60 rifugiati all’Excelsior di Montesilvano

immigrati

60 rifugiati sarebbero all’Excelsior di Montesilvano. Il consigliere comunale Anthony Aliano torna a chiedere di rivedere le licenze agli alberghi che ospitano migranti.

Una sessantina i rifugiati sarebbe  arrivata nei giorni scorsi all’hotel Excelsior di Montesilvano. Qualcuno dice che ormai è un  ex albergo, visto che dell’insegna non c’è più traccia e sul cancello dell’edifizio appare un cartello con su scritto Eta Beta, il nome della cooperativa che gestirebbe attualmente la struttura. Nelle scorse settimane eravamo andati con la nostra telecamera a Montesilvano per verificare la situazione migranti e rifugiati, nei giorni in cui il consigliere comunale Anthony Aliano aveva sollecitato il Comune ad aumentare la Tari, la tassa sui rifiuti, alle strutture ricettive che ospitano profughi. Non eravamo riusciti a farci rilasciare interviste nè all’Excelsior nè all’hotel Arminum di via Maresca , l’altro albergo montesilvanese che ospita migranti, ma a telecamera spenta ci era stato riferito che tale attività viene svolta a fini umanitari e che i fondi destinati dallo Stato , 35 euro al giorno per ciascun rifugiato, non permettono di avere lauti guadagni e di fare business. Il presidente della Commissione di vigilanza Aliano, intanto,  prosegue dal municipio la sua battaglia per scoraggiare che le strutture ricettive diventino centri di accoglienza.

Articolo precedente:

 

L'autore

Gigliola Edmondo
Laureata in Lettere Moderne e in Giornalismo medico- scientifico con lode, è iscritta all’Ordine dei giornalisti, elenco Pubblicisti dal 1995. Esercita l’attività giornalistica dal 1985 occupandosi di cronaca, politica, economia, medicina, cultura e spettacoli. E’ appassionata di canto, musica, letteratura, cinema, teatro e pratica volontariato.

Sii il primo a commentare su "60 rifugiati all’Excelsior di Montesilvano"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*