Lanciano, nipote uccide di botte la nonna

carabinieri-arresto2

L’ha riempita di botte fino a mandarla in ospedale: così un nipote ha ucciso l’anziana nonna, 95 enne, deceduta all’ospedale di Lanciano.

Non sopportava più di accudire la nonna di 95 anni e l’ha picchiata più volte senza pietà: la donna è deceduta poche ore dopo il suo arrivo all’ospedale di Lanciano. A seguito di indagini dei Carabinieri della compagnia di Atessa, il pm Rosaria Vecchi ha chiesto e ottenuto l’arresto dal gip Massimo Canosa nei confronti del nipote della vittima, Emilio Teti, 40 anni, residente a Bomba. Per lui l’accusa è di omicidio volontario. L’uomo è stato arrestato questo pomeriggio a seguito di un’ indagine lampo. La vittima si chiamava Eliane Grimauve: di origini francesi, la donna da tempo risiedeva a Bomba convivendo con la madre e un fratello dell’arrestato. L’indagine è scattata nel tardo pomeriggio di ieri quando, dopo il decesso della 95enne, sono stati individuati i segni delle percosse su tutto il corpo della povera donna. Per tutta la notte i Carabinieri di Atessa sono andati avanti con interrogatori a raffica mentre il nucleo operativo di Chieti ha effettuato sopralluoghi e analisi scientifiche a Bomba, nell’abitazione dove viveva la pensionata. Sarebbero poi stati gli stessi familiari a confermare gli episodi di violenza da parte dell’arrestato. Teti, secondo quanto appreso, in passato sarebbe stato seguito da assistenti sociali. Il pm Vecchi ha disposto l’autopsia che verrà eseguita lunedì mattina all’ospedale di Lanciano. Nei prossimi giorni verrà fissato l’interrogatorio di garanzia.

Sii il primo a commentare su "Lanciano, nipote uccide di botte la nonna"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*