L’Aquila, 100 mila euro per ogni ora sotto le macerie

100 mila euro per ogni ora trascorsa sotto le macerie: questo il maxi risarcimento chiesto da uno studente pugliese salvato la notte del 6 aprile 2009.

Restò sotto le macerie della Casa dello studente per ben 8 ore, ora il suo legale chiede un risarcimento di 800 mila euro. Protagonista della scampata morte e della maxi richiesta risarcitoria uno studente pugliese all’epoca del terremoto alloggiato in una stanza della Casa dello studente. Ha visto morire accanto a lui il suo amico Alessio Simone e per lui la vita, a distanza di anni, non è più tornata la stessa: quella di un ragazzo spensierato, pieno di speranze e ambizioni. Per questo motivo i genitori del giovane hanno deciso di chiedere un risarcimento di 800 mila euro: la prima udienza è stata già fissata per il 2 marzo quando il ragazzo dovrà ripercorrere in aula quelle 8 interminabili ore sotto me macerie.

Sii il primo a commentare su "L’Aquila, 100 mila euro per ogni ora sotto le macerie"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*