Cibo immangiabile, a Pescara mamme in protesta

Cibo immangiabile, mamme in protesta ieri a Pescara presso gli uffici comunali. Il dirigente garantisce che verificherà oggi stesso la situazione.

Hanno preso d’assalto l’ufficio del dirigente comunale Fabio Zuccarini lamentando scarsità e pessima qualità della pappa per i propri figli, studenti delle scuole di via Gioberti e Zanni. Così ieri a Pescara dove un gruppetto di mamme ha portato la propria voce di protesta direttamente in Comune dopo aver denunciato per settimane il disagio a maestre e dirigenti scolastici. Bimbi che rifiutano il cibo non per capriccio bensì perchè i pasti sarebbero immangiabili: cibi freddi e sconditi al punto che i piccoli studenti dell’Istituto comprensivo 5 preferiscono tornare a casa a pancia vuota. Le mamme hanno testimoniato un disagio che in alcuni casi viene lamentato già da un paio di anni senza che, tuttavia, l’amministrazione comunale sia mai intervenuta: il dirigente ha garantito un sopralluogo oggi stesso e sopratutto più controlli in mense e scuole.

L'autore

Barbara Orsini
Laureata con lode in Scienze Politiche con una tesi pubblicata presso l’IILA di Roma, inizia subito l’avventura giornalistica collaborando con “Il Tempo” e con TVQ. Dal 2002 lavora per Rete8 dove si occupa di cronaca, politica, terza pagina, economia-sindacale e dove ha condotto la rubrica “Allo Specchio”. Ama leggere, viaggiare e declinare tendenze in tutte le sfaccettature.

Sii il primo a commentare su "Cibo immangiabile, a Pescara mamme in protesta"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*