Che fine ha fatto il Cus Chieti?

Che fine ha fatto il Cus Chieti? Storia di un successo sportivo-accademico cancellato e dimenticato.

Dai grandi traguardi sportivi tagliati e applauditi al dimenticatoio più silenzioso. Questa molto in sintesi la ‘triste’ storia del Cus Chieti, costola sportiva della d’Annunzio, protagonista di molti trionfi sportivi internazionali ora cancellato dal panorama agonistico in seguito alla note vicende giudiziarie che l’hanno travolto. Nel mondo del basket femminile, ad esempio, il Cus Chieti aveva calcato i parquet più gloriosi riportando in terra d’Abruzzo coppe e vittorie per anni: ora del Cus non vi è traccia alcuna nemmeno nei campionati minori. Sparito. Cancellato sotto i colpi della guerra tra i vertici del Cus, leggi Mario Di Marco, e l’attuale gestione Ud’A, leggi il duo Di Ilio – Del Vecchio, rispettivamente Rettore e dg. Nato nel 1968 come circolo universitario sportivo, il Cus diventa ciò che è stato fino a qualche anno fa nel 1971: il resto è la storia di successi messi in cantina e squadre smembrate. Il resto rischia di essere la storia di un presente che si affanna soprattutto a cancellare il passato.

L'autore

Barbara Orsini
Laureata con lode in Scienze Politiche con una tesi pubblicata presso l’IILA di Roma, inizia subito l’avventura giornalistica collaborando con “Il Tempo” e con TVQ. Dal 2002 lavora per Rete8 dove si occupa di cronaca, politica, terza pagina, economia-sindacale e dove ha condotto la rubrica “Allo Specchio”. Ama leggere, viaggiare e declinare tendenze in tutte le sfaccettature.

Sii il primo a commentare su "Che fine ha fatto il Cus Chieti?"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*