Vendeva a L’Aquila ‘ roba’ comprata a Roma

bustina-droga

Vendeva a L’Aquila ‘ roba’ comprata a Roma servendosi della mamma 78 enne: denunciato dalla Mobile del capoluogo un portoghese sbarcato a Lampedusa nel 2009.

Classe 1991, il giovane di nazionalità portoghese aveva messo su un giro di spaccio di sostanze stupefacenti che faceva acquistare dall’anziana madre nei dintorni di Roma per poi portarla e venderla personalmente a L’Aquila. Sulle sue tracce ormai da mesi gli agenti della Squadra Mobile del capoluogo abruzzese, ma anche della Capitale, le cui indagini hanno portato alla scoperta della storia di immigrato clandestino del giovane. Arrivato a Lampedusa nel 2009, l’extracomunitario aveva successivamente chiesto ed ottenuto presso la questura di Bari “asilo politico”: dopo qualche mese il trasferimento a Milano prima e Roma poi. Il portoghese si avvaleva dell’anziana madre per trasportare la droga convinto che l’età della donna non destasse sospetti nei controlli delle forze di polizia: anche la donna è stata denunciata poichè da una perquisizione personale gli agenti della polizia abruzzese le hanno trovato nascosto nel reggiseno un ingente quantitativo di eroina già pronto per lo spaccio. Con i due sono stati denunciati anche due giovani aquilani intenti ad acquistare la merce.

L'autore

Barbara Orsini
Laureata con lode in Scienze Politiche con una tesi pubblicata presso l’IILA di Roma, inizia subito l’avventura giornalistica collaborando con “Il Tempo” e con TVQ. Dal 2002 lavora per Rete8 dove si occupa di cronaca, politica, terza pagina, economia-sindacale e dove ha condotto la rubrica “Allo Specchio”. Ama leggere, viaggiare e declinare tendenze in tutte le sfaccettature.

Sii il primo a commentare su "Vendeva a L’Aquila ‘ roba’ comprata a Roma"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*