Pescara, al Liceo Classico patto d’onore tra dirigente e studenti

liceo-classico-pescaraliceo-classico-pescara

E’ la stessa dirigente del Liceo Classico D’Annunzio di Pescara, Donatella D’Amico, a definirlo “un patto d’onore stretto con gli studenti”: scongiurata l’occupazione in cambio di alcune aule concesse dalle 14.00 alle 20.00.

Dopo una prima fase di autogestione, gli studenti del ” Liceo D’Annunzio” di Pescara avevano annunciato alla dirigente la volontà di occupare la scuola in stato di agitazione, come altri istituti superiori abruzzesi, per sollecitare una riforma della legge regionale scolastica ferma alla fine degli anni ’70. Nei giorni scorsi anche un vivace botta e risposta a distanza tra gli studenti e Donatella D’Amico, dirigente del Liceo Classico di Pescara da ormai tre anni. Sempre nei giorni scorsi quella che è stato definito un amichevole intervento della DIGOS: oggi, quindi, un incontro che ha messo fine a tensioni e polemiche. Dirigente e studenti hanno, infatti, siglato ” un patto d’onore” che scongiura l’occupazione in cambio della concessione di alcune aule, al piano terra dello stabile, per gruppi di discussione che saranno organizzati domani e domenica nelle fasce orarie concesse ossia dalle 14.00 alle 20.00. Peraltro, gli studenti che nel pomeriggio di domenica prenderanno parte a quanto verrà organizzato nelle aule messe a disposizione dalla dirigente “potranno beneficiare di una giustificazione per lo studio non fatto che i docenti lunedì certamente accetteranno”.

 

Sii il primo a commentare su "Pescara, al Liceo Classico patto d’onore tra dirigente e studenti"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*