Un secondo indagato per il ‘mare sporco’ a Pescara

Mare-sporco-Pescara

Ci sarebbe un secondo indagato per la vicenda del ‘mare sporco’ a Pescara: nell’inchiesta della Procura spunta un altro amministratore dopo Vespasiano.

Al momento non è stato reso noto il nome dell’amministratore comunale anche lui indagato insieme al superdirigente Tommaso Vespasiano per la vicenda del ‘mare sporco’. Mentre in aula continua la bagarre tra maggioranza e opposizioni, l’indagine sul divieto di balneazione fantasma avrebbe fatto emergere  la responsabilità per la presunta falsificazione del documento. Domani atteso in aula il sindaco Alessandrini chiamato a riferire ruoli e scelte: fissato, infatti, per il primo giorno del mese di ottobre la terza seduta di consiglio comunale sul mare sporco dopo le due saltate. Tornando alle indagini della Procura, sembrerebbe che il secondo nome dell’amministratore indagato sia spuntato ‘ per caso’ nell’ambito delle intercettazioni telefoniche su un’altra inchiesta, quella in corso sul progetto de La City, la nuova sede pescarese della Regione.

L'autore

Barbara Orsini
Laureata con lode in Scienze Politiche con una tesi pubblicata presso l’IILA di Roma, inizia subito l’avventura giornalistica collaborando con “Il Tempo” e con TVQ. Dal 2002 lavora per Rete8 dove si occupa di cronaca, politica, terza pagina, economia-sindacale e dove ha condotto la rubrica “Allo Specchio”. Ama leggere, viaggiare e declinare tendenze in tutte le sfaccettature.

Sii il primo a commentare su "Un secondo indagato per il ‘mare sporco’ a Pescara"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*