Presa banda dell’Audi nera, era pronta a colpire ancora

Era pronta a colpire ancora, anche in trasferta tra il pescarese e il vastese, la banda dell’Audi nera già in azione anche in Abruzzo.

Fermati ed arrestati i ladri dell’Audi A6 nera: erano 4 rom di Scampia, in trasferta anche nel pescarese e nel chietino per mettere a segno furti e rapine. Per sfuggire ai controlli utilizzavano dei lampeggianti in modo da sembrare un’auto blu con la quale più facilmente evitare controlli e posti di blocco. I quattro sono stati fermati tra Melito e Aversa, dopo aver messo a segno l’ennesimo colpo ai danni di un’anziana donna di Formia: nell’auto ancora tutta la refurtiva. L’ultima segnalazione era giunta due giorni fa al comando della polizia locale di Vasto da anonimi cittadini allarmati dai continui e sospetti passaggi di questa Audi A6 nera: anche da Guardiagrele, Francavilla al Mare, Roseto e Mosciano altre segnalazioni nelle cui descrizioni c’era sempre questa auto di grossa cilindrata con i vetri oscurati e un lampeggiante blu acceso.

AGGIORNAMENTO

Stando ad una verifica più dettagliata da noi appena ultimata, presso le forze di polizia abruzzesi, sembrerebbe che l’Audi nera segnalata nei giorni scorsi in diverse località della nostra regione non sia  la stessa a cui sono già stati attribuiti diversi colpi e furti, come l’ultimo ai danni dell’anziana di Formia. Quella segnalata due giorni fa in Abruzzo, peraltro in città molto distanti tra di esse come Mosciano e Vasto, è anch’essa una Audi A6 nera con i vetri oscurati ma ad ora non sarebbe stata localizzata e quindi fermata. Non vi sono, dunque, al momento conferme che l’auto segnalata da alcuni cittadini, in forma anonima e in località diverse abruzzesi, sia la stessa del fermo di Formia. C’è un elemento, in particolare, che spinge ad ipotizzare che si tratti di due auto e due vicende distinte: il fatto che da Roseto siano giunte segnalazioni di una sospetta Audi nera appena ieri laddove il fermo con i 4 arresti risalirebbe a martedì. Un motivo in più per non abbassare il livello di guardia, senza tuttavia alimentare una psicosi da Audi nera, e segnalare alle forze di polizia della propria città o paese qualsiasi stranezza riconducibile ad un’auto, di questo o altri modelli, che insiste in certe zone e quartieri.

L'autore

Barbara Orsini
Laureata con lode in Scienze Politiche con una tesi pubblicata presso l’IILA di Roma, inizia subito l’avventura giornalistica collaborando con “Il Tempo” e con TVQ. Dal 2002 lavora per Rete8 dove si occupa di cronaca, politica, terza pagina, economia-sindacale e dove ha condotto la rubrica “Allo Specchio”. Ama leggere, viaggiare e declinare tendenze in tutte le sfaccettature.

1 Commento su "Presa banda dell’Audi nera, era pronta a colpire ancora"

  1. Scusate se in macchina c’era la refurtiva, non si può sapere se hanno trovato qualcosa che è stato denunciato nella nostra zona?? per sapere se è la stessa audi , anche a me è arrivato l’sms dell’audi nera!
    grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*