Piccolo foro, grande furto in tabaccheria

Colpo in centro a Pescara: ennesima tabaccheria nel mirino. Entrata da un piccolo buco, la banda ha portato via 40 mila euro.

Stavolta il ladro che si è spinto tramite un piccolo foro praticato nel muro di un locale attiguo è stato tanto veloce quanto in miniatura: ne sono convinti gli investigatori che indagano sull’ennesimo colpo notturno a Pescara ai danni di una tabaccheria. E’ accaduto nella centralissima via Nicola Fabrizi: da un locale attiguo, una agenzia immobiliare, la banda si è fatta ‘strada’ per arrivare alla cassa del negozio ripulita di 40 mila euro. A lanciare l’allarme, ancor prima del disperato titolare della tabaccheria, è stato il responsabile dell’agenzia immobiliare: è stato lui il primo ad intuire cosa potesse esser accaduto vedendo il foro aperto sulla parete del suo locale. Non si esclude che in città vi sia una ‘banda delle tabaccherie’ a giudicare dalla modalità sempre uguale: stavolta, però, c’è l’elemento in più dato dalle piccolissime dimensioni del foro attraverso il quale il ladro esecutore, come lo chiamano nel gergo, è riuscito ad entrare nel negozio da derubare. Che possa addirittura trattarsi di un bambino usato per fare  ‘il lavoro sporco’? Indagini in corso.

L'autore

Barbara Orsini
Laureata con lode in Scienze Politiche con una tesi pubblicata presso l’IILA di Roma, inizia subito l’avventura giornalistica collaborando con “Il Tempo” e con TVQ. Dal 2002 lavora per Rete8 dove si occupa di cronaca, politica, terza pagina, economia-sindacale e dove ha condotto la rubrica “Allo Specchio”. Ama leggere, viaggiare e declinare tendenze in tutte le sfaccettature.

Sii il primo a commentare su "Piccolo foro, grande furto in tabaccheria"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*