Pescara, nuove punizioni per i ‘famosi’ vigili

Nuove punizioni a Pescara per i ‘famosi’ vigili della multa al questore. In due a riposo per un’assenza ingiustificata.

Cinque giorni di sospensione dal lavoro e sei dalla busta paga per Angelo Volpe, il famoso accusatore del comandante Maggitti per la nota vicenda della multa al questore. Identico provvedimento disciplinare per Walter Falzani, il sindacalista della municipale di Pescara. Due distinti episodi risalenti all’agosto scorso puniti oggi e con lo stesso peso: per Volpe si tratta di un’assenza ingiustificata o meglio di una ‘malattia mal calcolata’ secondo il Comando. Inseguendo un ladro Volpe si ferì ad un piede: era il giorno di Ferragosto e i sanitari del pronto soccorso gli certificarono tre giorni di riposo assoluto. Convinto che il calcolo dell’assenza dovesse partire dal giorno successivo al fatto, ossia dal 16, Volpe torna in pattuglia il 18 salvo poi scoprire che, invece, secondo il Comando il suo giorno di rientro avrebbe dovuto essere il 17. Scatta, invece, la prossima settimana il provvedimento disciplinare tradotto in 5 giorni di riposo forzato per il sindacalista Falzani: nel suo caso sarebbe stata una tardiva comunicazione di un ritardo a far azionare la macchina disciplinare. Anche stavolta entreranno in azione gli inviati de Le Iene? Staremo a vedere.

 

L'autore

Barbara Orsini
Laureata con lode in Scienze Politiche con una tesi pubblicata presso l’IILA di Roma, inizia subito l’avventura giornalistica collaborando con “Il Tempo” e con TVQ. Dal 2002 lavora per Rete8 dove si occupa di cronaca, politica, terza pagina, economia-sindacale e dove ha condotto la rubrica “Allo Specchio”. Ama leggere, viaggiare e declinare tendenze in tutte le sfaccettature.

Sii il primo a commentare su "Pescara, nuove punizioni per i ‘famosi’ vigili"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*