Multe alla ‘Mille Miglia’ in fuga da Teramo

Multe anche alle auto dello sponsor ufficiale: la storica ‘Mille Miglia’ in fuga da Teramo dopo due anni. Gli organizzatori cancellano la tappa abruzzese.

Allo sponsor ufficiale 18 multe in poche ore, a tutti gli altri valanghe di foglietti verdi: gli organizzatori della storica Mille Miglia, dopo aver bollato la tappa teramana dell’edizione 2015 ‘ un incubo da dimenticare in fretta’, hanno deciso di cancellare la città abruzzese dal prossimo calendario. Nulla contro Teramo e il gran calore dei tanti cittadini incantati dal passaggio delle auto storiche – fanno sapere dallo staff della Mille Miglia – ma dover pagare centinaia di euro di multe per il transito dei mezzi nella Ztl ci sembra follia allo stato puro. Se a tutto questo aggiungiamo i ritardi del Comune nel rilascio delle autorizzazioni richieste dai partecipanti ecco che ben si comprende il perchè di tante polemiche. Margini di ripensamento da parte degli organizzatori? Al momento sembra proprio di no: l’ultima speranza è legata alla possibilità che sia la sezione cittadina dell’Aci a prendere in mano tutta la vicenda togliendo al Comune ogni ruolo, proposta già avanzata al comitato Mille Miglia.

Le reazioni a Teramo nel servizio:

L'autore

Barbara Orsini
Laureata con lode in Scienze Politiche con una tesi pubblicata presso l’IILA di Roma, inizia subito l’avventura giornalistica collaborando con “Il Tempo” e con TVQ. Dal 2002 lavora per Rete8 dove si occupa di cronaca, politica, terza pagina, economia-sindacale e dove ha condotto la rubrica “Allo Specchio”. Ama leggere, viaggiare e declinare tendenze in tutte le sfaccettature.

Sii il primo a commentare su "Multe alla ‘Mille Miglia’ in fuga da Teramo"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*