Marijuana tra gli ulivi, tre arresti a San Salvo

A San Salvo scoperta dalla Mobile un’ingegnosa coltivazione di marijuana tra piante di ulivi: tre persone in manette per la piantagione da 50 mila dosi.

Una vera e propria piantagione di canapa indiana con oltre piante alte fino a due metri che avrebbero fruttato 50 mila dosi per un valore di mercato tra le 400 e le 500 mila euro. A sequestrarla gli agenti della Squadra anticrimine del Commissariato di Vasto: tre le persone arrestate con l’accusa di illecita coltivazione di sostanze stupefacenti finalizzata al traffico. Il 33 enne Donato Colombaro è finito in carcere mentre ai domiciliari i cognati Nicolino Monaco, di 49 e Giuseppe Felice di 31 anni, tutti residenti a San Salvo. Le indagini sono partite ad agosto quando, nel corso di una normale operazione di controllo del territorio abruzzese al confine con il Molise, gli uomini della Polizia di Vasto hanno scoperto un vero e proprio market della droga il cui rifornimento era quotidianamente assicurato dalla piantagione poi scoperta a San Salvo.

L'autore

Barbara Orsini
Laureata con lode in Scienze Politiche con una tesi pubblicata presso l’IILA di Roma, inizia subito l’avventura giornalistica collaborando con “Il Tempo” e con TVQ. Dal 2002 lavora per Rete8 dove si occupa di cronaca, politica, terza pagina, economia-sindacale e dove ha condotto la rubrica “Allo Specchio”. Ama leggere, viaggiare e declinare tendenze in tutte le sfaccettature.

Sii il primo a commentare su "Marijuana tra gli ulivi, tre arresti a San Salvo"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*