Il Nas chiude una pizzeria e un panificio

carabinieri_nas

Una pizzeria a Teramo e un panificio a Pescara chiusi dal Nas dopo la scoperta di gravi carenze igienico-sanitarie. Carne sequestrata in fast food aquilano.

Controlli a campione degli uomini del Nas in diverse località abruzzesi: nel mirino cucine e magazzini di attività di ristorazione. In due casi in particolare è stata disposta l’immediata  sospensione dell’attività per un panificio di Pescara e per una pizzeria di Teramo in cui sono state riscontrate gravi carenze igienico-sanitarie. Ben 50 chili di carne priva di tracciabilità, invece, sottoposti a sequestro in un fast food dell’Aquila. nel caso del panificio pescarese, i carabinieri del Nas non si sono fatti incantare dall’aspetto esterno del negozio, elegante ed invitante: una volta all’interno del laboratorio per la panificazione, infatti, sono state trovate  pareti ricoperte da umidità e muffa, piani di lavoro sporchi e frigoriferi invasi dalla muffa. Stesso provvedimento di sospensione dell’attività anche per una pizzeria al taglio di Teramo: i militari hanno accertato la presenza di piani di lavoro, teglie e frigoriferi sporchi, con presenza di muffa e ruggine; più in generale i locali non erano idonei dal punto di vista igienico. Sia nel panificio che nella pizzeria sottoposti a chiusura fino al ripristino delle adeguate condizioni igienico-sanitarie venivano venduti prodotti ai bambini delle scuole che si trovano nei pressi delle attività.

L'autore

Barbara Orsini
Laureata con lode in Scienze Politiche con una tesi pubblicata presso l’IILA di Roma, inizia subito l’avventura giornalistica collaborando con “Il Tempo” e con TVQ. Dal 2002 lavora per Rete8 dove si occupa di cronaca, politica, terza pagina, economia-sindacale e dove ha condotto la rubrica “Allo Specchio”. Ama leggere, viaggiare e declinare tendenze in tutte le sfaccettature.

Sii il primo a commentare su "Il Nas chiude una pizzeria e un panificio"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*