Drogava e derubava la vicina con un liquore ‘alterato’

Le offriva un liquore alle erbe da lui’ corretto’ con sostanze che drogavano la donna, vicina di casa, alla quale derubava soldi e oggetti in borsa.

Sembra la trama di un film, ma è realmente accaduto a Roseto:  con la scusa di bere insieme un liquore alle erbe, da lui prodotto e ‘corretto’, narcotizzava la vicina di casa rubandole il bancomat per poi rimetterlo al suo posto dopo aver prelevato i soldi dal conto della donna. Uno stratagemma da pellicola cinematografica scoperto dalla stessa vittima grazie ad una telecamera installata nell’abitazione: la donna, infatti, dopo mesi e mesi ha ricollegato il prelievo dal suo conto corrente con i pomeriggi trascorsi a casa del vicino a bere lo ‘strano’ liquore. Questa mattina, al termine dell’udienza preliminare davanti al gup Giovanni De Rensis, la trovata è costata ad un cinquantenne di Roseto il rinvio a giudizio per rapina aggravata e indebito utilizzo di carte di credito. Ad incastrare l’uomo ci sono i filmati delle telecamere fatte installare dalla donna in cucina e in sala, dove consumavano pomeriggi e brindisi, oltre a quelle di videosorveglianza dello sportello bancomat dove l’uomo prelevava dal conto della vicina narcotizzata ogni volta 250 euro.

L'autore

Barbara Orsini
Laureata con lode in Scienze Politiche con una tesi pubblicata presso l’IILA di Roma, inizia subito l’avventura giornalistica collaborando con “Il Tempo” e con TVQ. Dal 2002 lavora per Rete8 dove si occupa di cronaca, politica, terza pagina, economia-sindacale e dove ha condotto la rubrica “Allo Specchio”. Ama leggere, viaggiare e declinare tendenze in tutte le sfaccettature.

Sii il primo a commentare su "Drogava e derubava la vicina con un liquore ‘alterato’"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*