Casa famiglia condannata per maltrattamenti

Casa famiglia condannata ad Avezzano per maltrattamenti sui minori loro ‘ospiti’ costretti a pulire bagni e panni punendoli per ogni errore.

 

Per questo motivo il giudice del tribunale di Avezzano, Anna Carla Mastelli, ha condannato per maltrattamenti il proprietario e la dirigente organizzativa della struttura ‘Marsica Per Noi’, di Avezzano, ad una pena di 2 anni e 7 mesi di reclusione, all’interdizione per 5 anni dall’attività esercitata oltre al pagamento dei danni, da liquidarsi in separata sede, delle spese processuali e delle spese legali sostenute dalle parti civili. Nell’ambito dello stesso procedimento, inoltre, un’operatrice socio-sanitaria è stata condannata dal giudice per ingiurie e percosse, con l’aggravante razziale, ad una pena di due mesi di reclusione, sospesa. Assolte dalle accuse con formula piena, invece, altre due operatrici della struttura marsicana. Tra gli imputati figurava anche un dottore della struttura, anche lui assolto.

L'autore

Barbara Orsini
Laureata con lode in Scienze Politiche con una tesi pubblicata presso l’IILA di Roma, inizia subito l’avventura giornalistica collaborando con “Il Tempo” e con TVQ. Dal 2002 lavora per Rete8 dove si occupa di cronaca, politica, terza pagina, economia-sindacale e dove ha condotto la rubrica “Allo Specchio”. Ama leggere, viaggiare e declinare tendenze in tutte le sfaccettature.

Sii il primo a commentare su "Casa famiglia condannata per maltrattamenti"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*