Aspetta i ladri dormendo col fucile sul comodino

Mentre cresce di ora in ora il numero dei colpi notturni in case e ville qualcuno posta su Face la foto del fucile sul comodino.

Se i colpi notturni in ville e appartamenti sono sempre più all’ordine del giorno, qualcuno arriva a postare una foto su Face che ritrae un fucile sul comodino tra una abat jour e un telefonino in ricarica. Come dire, ognuno si difende come può. E’ dell’altro ieri, del resto, la trovata di un cartello grosso e ben leggibile affisso da un pescarese sul cancello di casa, lungo la Strada parco, recante la scritta a dir poco minacciosa ‘spariamo a vista’: ora anche il fucile carico in camera da letto messo in bella mostra su Facebook con tanto di commento ‘buonanotte a tutti, ma in particolare ai signori che vanno in giro di notte a rubare. Che Dio gliela mandi buona…’. Provocazione? Trovata per far parlare di sé? O piuttosto la psicosi da ‘ladro in casa di notte’ che dilaga? Una cosa è certa: la gente ha paura e non solo dei malviventi sempre più scatenati. E’ noto del resto il dibattito, che ormai ha monopolizzato le prime serate tv, sulla scarsa incisività delle attuali leggi italiane in materia di legittima difesa: tanti cittadini ritengono, infatti, che il vero rischio sia far credere ai ladri che la legge tuteli più loro rispetto a quanti sparando si difendono in casa propria.

L'autore

Barbara Orsini
Laureata con lode in Scienze Politiche con una tesi pubblicata presso l’IILA di Roma, inizia subito l’avventura giornalistica collaborando con “Il Tempo” e con TVQ. Dal 2002 lavora per Rete8 dove si occupa di cronaca, politica, terza pagina, economia-sindacale e dove ha condotto la rubrica “Allo Specchio”. Ama leggere, viaggiare e declinare tendenze in tutte le sfaccettature.

Sii il primo a commentare su "Aspetta i ladri dormendo col fucile sul comodino"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*