Accusata di aver tirato le orecchie agli alunni, assolta

“Assolta perchè il fatto non sussiste” la maestra di Pineto accusata di aver tirato le orecchie in classe ad alcuni bambini e denunciata da un gruppo di genitori.

Era finita sotto processo per ‘abuso di mezzi di correzione’ Annamaria Porta, una maestra 64 enne in servizio da anni presso la scuola elementare di Borgo Santa a Pineto. I fatti, denunciati da un gruppo di mamme, risalgono al 2012 quando alcuni genitori dopo aver segnalato gli episodi che accadevano in aula alla dirigente scolastica hanno ritenuto di presentare un esposto alla Procura della Repubblica di Teramo denunciando ‘tirate di orecchie, insulti e continue urla per futili motivi’. Decine di bambini sono stati ascoltati nel corso delle udienze, ma nessuna prova di quanto denunciato dai genitori dei piccoli è emersa chiaramente nelle testimonianze dei bambini, tutti alunni della maestra finita a processo. All’insegnate nel frattempo erano state assegnate due classi di un altra scuola cittadina: provvedimento contro il quale, anche alla luce della sentenza di assoluzione, il legale della donna annuncia ricorso al giudice del lavoro di Teramo.

L'autore

Barbara Orsini
Laureata con lode in Scienze Politiche con una tesi pubblicata presso l’IILA di Roma, inizia subito l’avventura giornalistica collaborando con “Il Tempo” e con TVQ. Dal 2002 lavora per Rete8 dove si occupa di cronaca, politica, terza pagina, economia-sindacale e dove ha condotto la rubrica “Allo Specchio”. Ama leggere, viaggiare e declinare tendenze in tutte le sfaccettature.

Sii il primo a commentare su "Accusata di aver tirato le orecchie agli alunni, assolta"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*