Allerta incendi, montano le polemiche

Allerta incendi, montano le polemiche.  Oltre due giorni di lavoro sono stati necessari per i Vigili del Fuoco e gli uomini della Protezione Civile  per domare gli incendi divampati in Val Pescara. Decine di vigili del fuoco dopo oltre 48 ore d’incessante lavoro hanno potuto lasciare l’area. Distrutti dalle fiamme oltre 200 ettari di vegetazione, tra bosco e sottobosco e sterpaglie.

Intanto ad alimentare la polemica la conferma che sono ancora 6 le Regioni sprovviste di una propria flotta aerea da mobilitare per le operazioni di spegnimento degli incendi boschivi. Tra queste anche l’Abruzzo. Il problema è stato segnalato dal capo della Protezione civile, Fabrizio Curcio, all’avvio della campagna estiva antincendi, un mese fa. In mancanza di Canadair ed elicotteri propri, le Regioni interessate sono costrette sempre a chiedere il supporto della flotta aerea dello Stato per supportare le operazioni di spegnimento a terra. Altra criticità segnalata in questa stagione è stata determinata dalla ristrutturazione delle competenze con l’assorbimento del Corpo forestale in altre amministrazioni. Il Capo della Protezione Civile Fabrizio Curcio ha rivolto il personale ringraziamento a tutti coloro impegnati nelle operazioni di spegnimento degli incendi.  A riconferma di quanto esteso sia il problema nel nostro paese, basti ricordare che sono stati circa 1.200 gli interventi  per gli incendi boschivi e di vegetazione da parte dei vigili del fuoco. Più di 400 automezzi antincendio a supporto dei 900 uomini dispiegati sul territorio nazionale. Il numero maggiore di roghi si è verificato nuovamente in Sicilia, dove i Vigili del fuoco hanno effettuato 499 interventi. Infine per porre un freno al dilagare degli incendi il Presidente dell’Anci, l’Associazione dei Comuni Italiani, Antonio Decaro, chiede l’inasprimento delle pene per i piromani.  Il disastroso bollettino degli incendi scoppiati in Abruzzo in questi ultimi giorni, affermano infine i rappresentanti dell’Associazione Nuovo senso Civico,  mette in evidenza la mancanza di un apposito piano regionale.

IL SERVIZIO DEL TG8:

1 Commento su "Allerta incendi, montano le polemiche"

  1. david celiborti | 14/07/2017 di 00:55 | Rispondi

    Avevamo politici dannosi ed incompetenti, ogni estate dobbiamo aggiungere a questi i cittadini stupidi e pericolsi che vanno appicando il fuoco nel nostro verde, nostro polmone! Lo fanno queste carogne o per loro ripicche o per puro divertimento!
    L’Italia è diventata pura e santa nelle condanne della magistratura, non è infatti la legge che manca ma la cattiva applicazione di questa!In questo caso, guai se mi sentisse papa francesco che tiene alla vita anche di chiede di morire, dire un mio pronunciamento sulla condanna di questi maledetti piromani(sembra che in questo momento in varie parti d’Italia si siamo messi d’accordo!) al rogo! L’unica giusta punizione una condanna pari al misfatto compiuto! Come nei paesi arabi c’è la condanna all’amputazione del membro fallico per chi compie stupri e violenze sessuali! Da noi siamo più buoni prendiamo, processiamo e liberiamo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*