L’Aquila, casa a luci rosse denunciata anche la proprietaria

L’ Aquila, casa a luci rosse denunciata anche la proprietaria. Un appartamento in Via Pasquale Colangrande nella Zona della Villa Comunale a L’Aquila, da tempo era diventato il luogo dove consumare incontri occasionali a pagamento. Una casa a luci rosse in una palazzina che ospita una decina di appartamenti.

All’interno dell’ abitazione si prostituivano regolarmente una decina di ragazze, provenienti soprattutto  dall’est Europa e dal sud America. L’ appartamento a luci rosse è stato chiuso dopo l’intervento degli agenti della Squadra Mobile della Questura dell’Aquila su disposizione della Procura della Repubblica. Denunciata la coppia che aveva preso in affitto l’appartamento, un 22 enne di nazionalità albanese e sua moglie una 28 enne della Repubblica Domenicana, genitori di una bimba di pochi anni. Consistente il giro di affari stando alle dichiarazioni dei vicini che hanno denunciato un via vai di clienti in ogni momento della giornata. Per gestire l’afflusso dei clienti nell’appartamento erano stati adottati dei segnali convenzionali come ad esempio l’esposizione di una bandiera o l’accensione di alcune luminarie sulla finestra. A finire sotto inchiesta anche la proprietaria dell’appartamento, una 49 enne de L’Aquila, in quanto avrebbe concesso in locazione il suo immobile consapevole della destinazione all’attività di meretricio. Gli indagati hanno ora 20 giorni di tempo per decidere quale strategia difensiva attuare con i loro avvocati.

 

Sii il primo a commentare su "L’Aquila, casa a luci rosse denunciata anche la proprietaria"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*