Chieti, si è spento Serano ‘ il grande accusatore’ del 1993

Si è spento all’età di 79 anni nella sua abitazione teatina Nicola Serano, l’imprenditore che nel  1993 con le sue dichiarazioni accusò diversi amministratori comunali dell’epoca di averlo costretto a pagare tangenti.

Le sue accuse, emerse nell’ambito di un’indagine sui lavori di costruzione di una scuola elementare che l’impresa di Serano stava realizzando in località Selvaiezzi alla periferia del capoluogo, portarono all’emissione di 11 ordinanze di custodia cautelare in carcere con l’accusa di concussione. Erano i giorni della tangentopoli teatina. Gli arresti falcidiarono l’allora giunta democristiana guidata dal sindaco Andrea Buracchio coinvolgendo anche alcuni tecnici comunali. Per la città di Chieti il clamore di nomi e dazioni di denaro per esser agevolati negli appalti cittadini. Serano avrebbe compiuto 79 anni.  I funerali si svolgeranno domani alle ore 15.30 nella cripta della cattedrale di San Giustino.

 

L'autore

Barbara Orsini
Laureata con lode in Scienze Politiche con una tesi pubblicata presso l’IILA di Roma, inizia subito l’avventura giornalistica collaborando con “Il Tempo” e con TVQ. Dal 2002 lavora per Rete8 dove si occupa di cronaca, politica, terza pagina, economia-sindacale e dove ha condotto la rubrica “Allo Specchio”. Ama leggere, viaggiare e declinare tendenze in tutte le sfaccettature.

Sii il primo a commentare su "Chieti, si è spento Serano ‘ il grande accusatore’ del 1993"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*