Vasto, nave russa bloccata nel porto di Punta Penna

Mancanza della necessaria cartografia nautica e scarse condizioni igieniche: per queste ragioni una nave battente bandiera russa è bloccata nel porto di Punta Penna dal personale dell’Ufficio circondariale marittimo di Vasto.

La motonave russa, che si chiama Kivach, non può lasciare il porto di Punta Penna a seguito del controllo sulla sicurezza eseguito dagli uomini dell’Ufficio Circondariale di Vasto, durante il quale sono emerse undici irregolarità, di cui cinque gravi, relativamente alle prescrizioni di sicurezza della navigazione in mare. In particolare risulterebbero completamente assenti sia la cartografia che le pubblicazioni nautiche, inoltre anche le condizioni igieniche dei frigoriferi e dei congelatori sarebbero scarse e inadeguate. Pare anche che personale di bordo e componenti dell’equipaggio non siano sufficientemente pratici delle procedure d’emergenza in caso di incendio a bordo. Le verifiche sono state coordinate dal tenente di vascello Cosimo Rotolo, capo del Nucleo ispettivo di sicurezza della navigazione dell’Ufficio circondariale marittimo di Vasto. La nave resterà all’ancora fino alla risoluzione delle irregolarità rilevate.

Sii il primo a commentare su "Vasto, nave russa bloccata nel porto di Punta Penna"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*