Tre tartarughe trovate morte a San Salvo

Tre carcasse di tartarughe marine trovate morte sul lungomare di San Salvo. A notare i tre splendidi esemplari spiaggiati delle persone a passeggio.

A recuperare le tre carcasse di tartarughe, spiaggiate a San Salvo Marina, sono stati gli agenti della Capitaneria di Porto dopo che la locale Polizia municipale, recatasi sul posto in seguito alle segnalazioni telefoniche di alcuni passanti che avevano visto i tre esemplari sulla battigia. Dopo gli accertamenti eseguiti da Massimo Genovesi, veterinario della Asl Lanciano-Vasto-Chieti, è stato disposta la rimozione delle carcasse. ‘Le analisi eseguiti dal dott. Genovesi – commenta Vincenzo Olivieri presidente del Centro studi cetacei di Pescara – ha consentito di poter acquisire dati importanti, di carattere biologico e sanitario, anche per determinarne le cause di morte’. Con quelle di oggi si raggiunge per il solo 2015 la quota di 147 tartarughe spiaggiate, tra morte e vive, lungo la costa abruzzese: a certificarlo il Centro studi cetacei Geocetus, che aggiorna costantemente la banca dati dei ritrovamenti in Italia. Dei tre esemplari due sembrano di età adulta mentre un terzo potrebbe essere molto giovane: chissà che non fosse una famiglia di tartarughe in cerca di riparo dalle violentissime mareggiate dei giorni scorsi.

L'autore

Barbara Orsini
Laureata con lode in Scienze Politiche con una tesi pubblicata presso l’IILA di Roma, inizia subito l’avventura giornalistica collaborando con “Il Tempo” e con TVQ. Dal 2002 lavora per Rete8 dove si occupa di cronaca, politica, terza pagina, economia-sindacale e dove ha condotto la rubrica “Allo Specchio”. Ama leggere, viaggiare e declinare tendenze in tutte le sfaccettature.

Sii il primo a commentare su "Tre tartarughe trovate morte a San Salvo"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*