Svolta storica, grandi opere condivise con i cittadini

Cesena- arriva il metanodot

Svolta storica per le procedure di V.I.A. delle grandi opere in Abruzzo. Ora saranno ascoltati direttamente i cittadini. La prima ‘inchiesta pubblica’, sul metanodotto Larino – Chieti.

Esulta la segretaria del movimento H2O nel comunicare la novità rivoluzionaria in seno alle procedure di V.I.A ( Valutazione Impatto Ambientale): da oggi saranno ascoltati direttamente i cittadini. E la prima inchiesta pubblica sarà quella sul metanodotto Larino – Chieti proposta dalla società Gasdotti Italia. Il Comitato V.I.A. della Regione Abruzzo ha, infatti, accettato la richiesta formulata da vari comuni del chietino, dai movimenti e dalle associazioni, di attivare, per la prima volta nella storia delle procedure di Valutazione di Impatto Ambientale, la cosiddetta ‘inchiesta pubblica’. Si tratta di uno strumento di partecipazione popolare previsto dall’Art. 24 comma 6 del Testo unico dell’Ambiente (D.lgs.152/2006), finora mai attivato. Ora i comitati si aspettano che l’inchiesta pubblica sia condotta con assemblee territoriali ed un reale approfondimento dell’impatto cumulativo dell’opera con altri progetti già approvati come lo stoccaggio di San Martino sulla Marrucina e l’elettrodotto Villanova – Gissi.

 

L'autore

Barbara Orsini
Laureata con lode in Scienze Politiche con una tesi pubblicata presso l’IILA di Roma, inizia subito l’avventura giornalistica collaborando con “Il Tempo” e con TVQ. Dal 2002 lavora per Rete8 dove si occupa di cronaca, politica, terza pagina, economia-sindacale e dove ha condotto la rubrica “Allo Specchio”. Ama leggere, viaggiare e declinare tendenze in tutte le sfaccettature.

Sii il primo a commentare su "Svolta storica, grandi opere condivise con i cittadini"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*