Sulmona, a zonzo nonostante i domiciliari

POLIZIA

Era ristretto ai domiciliari eppure non esitava ad uscire il 33 enne di Sulmona ‘beccato’ dagli agenti a passeggio.

Il giovane, noto pregiudicato condannato per spaccio, sebbene ai domiciliari si è reso responsabile di ripetute violazioni alle prescrizioni a lui imposte, accertate dal personale della Squadra Anticrimine del Commissariato di P.S. di Sulmona, grazie al quotidiano controllo e monitoraggio svolto sul territorio. Il 33 enne dopo una condanna nell’aprile del 2012, per il reato di spaccio di sostanze stupefacenti, dagli inizi del 2013 era stato ammesso alla misura alternativa alla detenzione domiciliare. A seguito delle numerose segnalazioni di ‘evasione’ dai domiciliari, il Tribunale di Sorveglianza di L’Aquila ha emesso  l’Ordinanza di sospensione dell’esecuzione della pena alternativa, ripristinando la carcerazione presso la Casa di Reclusione di Sulmona, dove è stato condotto a seguito del rintraccio.

 

L'autore

Barbara Orsini
Laureata con lode in Scienze Politiche con una tesi pubblicata presso l’IILA di Roma, inizia subito l’avventura giornalistica collaborando con “Il Tempo” e con TVQ. Dal 2002 lavora per Rete8 dove si occupa di cronaca, politica, terza pagina, economia-sindacale e dove ha condotto la rubrica “Allo Specchio”. Ama leggere, viaggiare e declinare tendenze in tutte le sfaccettature.

Sii il primo a commentare su "Sulmona, a zonzo nonostante i domiciliari"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*