Sospetto caso di meningite in Val Vibrata

ospedale-mazzini-teramo

Sospetto caso di meningite in Val Vibrata: a lamentare forti dolori alla testa e febbre alta una donna di origini colombiane. Soccorsa nella sua abitazione di Alba Adriatica, i medici hanno disposto il ricovero prima a Sant’Omero e poi a Teramo.

La donna, di origini colombiane ma da tempo residente ad Alba Adriatica, accusava fortissimi dolori alla testa associati a febbre alta e collo immobilizzato pare già da un paio di giorni: col passare delle ore, quindi, è cresciuta l’apprensione dei familiari che hanno allertato i soccorsi. Una volta giunti a casa della donna, in Via Mazzini ad Alba Adriatica, i medici della Croce Verde hanno immediatamente disposto il ricovero della donna presso l’ospedale di Sant’Omero: i sintomi lamentati dalla sudamericana sono, in effetti, quelli classici della meningite.Dal nosocomio di Sant’Omero, appurata la gravità dello stato di salute della donna, è stato disposto il trasferimento d’urgenza al “Mazzini” di Teramo dove ora è ricoverata in rianimazione. Accertamenti e analisi in corso anche per i volontari della Croce Verde: essendo stati loro i primi ad intervenire prestando soccorso alla donna nella sua abitazione di Alba Adriatica. Importanti saranno le prossime ore quando dall’ospedale di Teramo potrebbero giungere ulteriori dettagli sul quadro clinico della donna.

L'autore

Barbara Orsini
Laureata con lode in Scienze Politiche con una tesi pubblicata presso l’IILA di Roma, inizia subito l’avventura giornalistica collaborando con “Il Tempo” e con TVQ. Dal 2002 lavora per Rete8 dove si occupa di cronaca, politica, terza pagina, economia-sindacale e dove ha condotto la rubrica “Allo Specchio”. Ama leggere, viaggiare e declinare tendenze in tutte le sfaccettature.

Sii il primo a commentare su "Sospetto caso di meningite in Val Vibrata"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*