Ramadan: gli auguri “di buon digiuno” a tutta la comunità islamica aquilana

Il presidente dell’associazione culturale Rilindja, Abdula (Duli) Salihi, membro del tavolo interreligioso del consiglio territoriale sull’Immigrazione rinnova gli auguri “di buon digiuno” a tutta la comunità islamica all’Aquila.

La comunità musulmana più numerosa è quella italiana. In Abruzzo vive l’ 1,7% dei musulmani presenti in Italia mentre la città dell’Aquila conta oltre mille fedeli. A fornirci questi dati è il presidente dell’associazione culturale Rilindja, Abdula (Duli) Salihi, membro del tavolo interreligioso del consiglio territoriale sull’Immigrazione.

“Il mese del Ramadan è per antonomasia il mese del digiuno, usanza, che secondo il Corano, era in vigore già per i popoli pre-islamici: per mezzo di esso il fedele acquisiva il timore di Dio. Ma il Ramadan è anche il mese dedicato alla preghiera, alla lettura del Corano, alle opere di bene e di carità, alla meditazione e all’autodisciplina”. “Rinnovo il mio invito- conclude- ai centri culturali islamici in città e in Abruzzo, ad aprire le porte, lavorare di più sull’informazione e sulla conoscenza di ciò che realmente è l’Islam per non lasciare che la paura o il pregiudizio prendano il sopravento”.

Il servizio del Tg8

Sii il primo a commentare su "Ramadan: gli auguri “di buon digiuno” a tutta la comunità islamica aquilana"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*