Pescara: una città in…cantiere

Da oggi ai già operativi se ne aggiunge un quarto di cantiere a Pescara: chiuso fino al 30 aprile il tratto di lungomare da piazza Le Laudi all’intersezione con via Cesare De Titta. Per le auto provenienti da viale Primo Vere direzione obbligata su via Luisa D’Annunzio.

A quello aperto ieri in via Regina Elena da oggi, a Pescara, si aggiunge un quarto cantiere stavolta nella zona a sud del fiume: resterà, e secondo ordinanza riaprirà solo il 30 aprile, il tratto di lungomare che da piazza Le Laudi arriva fino all’intersezione con via Cesare De Titta. Al via da stamattina i lavori del secondo lotto di riqualificazione del lungomare di Pescara Porta Nuova. Per le auto provenienti da viale Primo Vere direzione obbligata su via Luisa D’Annunzio.

 mappa circolazione lungomare sud

Mentre prosegue la costruzione della piazza e del giardino retrodunale antistanti i teatri D’Annunzio e Flaiano, prende forma la nuova riviera sud, completamente riqualificata, che avrà presto il lato mare ampliato e più sostenibile fino a piazza Le Laudi. Sul tratto che resterà chiuso sono, infatti, già stati compiuti i lavori di sbancamento per realizzare il marciapiede lato monte e spostare verso l’interno la carreggiata stradale, riallineando così il marciapiede rivierasco al tratto precedente. Compiuti anche i relativi spostamenti dei sottoservizi, tanto che la ditta potrà ora occuparsi del completamento della sede stradale e del rifacimento dell’altro lato del marciapiede (lato mare ) che, come detto, diverrà più ampio. Non appena la strada sarà asfaltata, il transito sarà riaperto e i lavori continueranno sul marciapiede a ridosso della spiaggia.

Sono intanto partiti diversi cantieri nella giornata di ieri: si procede a ritmi serrati in via Caduta del Forte dove la corsia preferenziale degli autobus era già stata rinsaldata, con lo scavo di 30 centimetri della sede stradale.

Lavori ripresi in via Pepe, dove si stanno posizionando i pozzetti per procedere alla ricostruzione del marciapiede lato nord. Era necessario definire prima gli interventi Aca e acquisire una variante progettuale, fatto questo il cantiere è tornato attivo: si sta procedendo alla demolizione del cordolo centrale e del marciapiede lato sud, in modo da riqualificare il tutto, anche qui si agirà in progress, senza chiudere l’arteria al transito delle auto.

Così anche in via Regina Elena, dove i lavori sono ufficialmente partiti e si comincerà dal marciapiede lato mare gli interventi di demolizione dell’attuale pavimentazione, che sarà interamente rifatta e portata tutta su un livello al pari di quella della adiacente piazza della Rinascita.

Asfaltata anche via dei Pretuzi con la nuova strada di collegamento a via Tibullo, mentre in via Firenze è già in via di definizione parte della segnaletica orizzontale: si sta procedendo sulla demarcazione degli attraversamenti pedonali, il lavoro sarà completato al massimo in due giorni.

 

 

 

 

Sii il primo a commentare su "Pescara: una città in…cantiere"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*