Pescara: cittadinanza onoraria alla Segre, ma lei non verrà

Il motivo non è legato alle polemiche seguite alla proposta del centrosinistra, tuttavia la senatrice Liliana Segre non sarà presente a Pescara per ricevere la cittadinanza onoraria.

Il 27 gennaio, Giorno della Memoria, il Comune di Pescara conferirà la cittadinanza onoraria a Liliana Segre, la quale ha già fatto sapere di non potere essere presente in quanto già impegnata a Milano per iniziative legate alla stessa ricorrenza. A darne comunicazione è stato il sindaco Carlo Masci, il quale sottolinea che la mancata partecipazione della Segre non è in alcun modo dovuta alla polemica dei mesi scorsi.

La cittadinanza onoraria era stata proposta dal centrosinistra nel giorno della notizia della mancata scorta alla Segre,  ma la Lega aveva espresso il suo dissenso. Il sindaco, nei giorni seguenti, aveva chiarito l’accaduto respingendo ogni iniziativa estemporanea e precisando che la cittadinanza alla senatrice era già prevista nell’ambito di più ampio percorso finalizzato anche a creare il necessario legame con il territorio.

“Mi ha scritto una lettera personale, che verrà letta in occasione delle celebrazioni – afferma il sindaco – in cui sottolinea il piacere di avere questa cittadinanza e si scusa di non poter venire perché impegnata già a Milano in occasione del Giorno della Memoria. La sua lettera, però, ci soddisfa appieno”.

Sii il primo a commentare su "Pescara: cittadinanza onoraria alla Segre, ma lei non verrà"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*