Montesilvano dice stop ai vu cumprà in spiaggia

_vu-cumpra-spiaggiaO

Quella del 2016, ormai alle porte, a Montesilvano sarà un’estate senza vu cumprà in spiaggia. A deciderlo la giunta Maragno con un provvedimento che vieta ogni forma di commercio ambulante in spiaggia.

 

Chissà che non finisca per essere di esempio anche alla vicina Pescara la decisione del Comune di Montesilvano di vietare dalla prossima estate i ‘vu cumprà’ e, più in generale, ogni forma di commercio ambulante in spiaggia. Con un provvedimento adottato ieri dalla giunta Montesilvano si prepara a voltar pagina dopo anni e anni di veri e propri mercatini ambulanti, di merce di ogni genere, con banchetti spesso piazzati tra un ombrellone e l’altro oppure tra il bagnasciuga e la prima fila degli stabilimenti. Un tentativo di arginare e disciplinare il commercio ambulante, non sempre a norma e regolare, i cui primi passi si perdono nella notte dei tempi con risultati, tuttavia, scarsi per non dire inesistenti. E’ per questo motivo che la giunta Maragno ha preferito la via del provvedimento. Soddisfatto l’assessore Cilli, placati gli animi dei commercianti del lungomare di Montesilvano da sempre sul piede di guerra con chi dicono spesso non pagare tasse e affitti di locali  vendendo, in molti casi, merce contraffatta e di dubbia provenienza.

L'autore

Barbara Orsini
Laureata con lode in Scienze Politiche con una tesi pubblicata presso l’IILA di Roma, inizia subito l’avventura giornalistica collaborando con “Il Tempo” e con TVQ. Dal 2002 lavora per Rete8 dove si occupa di cronaca, politica, terza pagina, economia-sindacale e dove ha condotto la rubrica “Allo Specchio”. Ama leggere, viaggiare e declinare tendenze in tutte le sfaccettature.

Sii il primo a commentare su "Montesilvano dice stop ai vu cumprà in spiaggia"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*