Invalida multata 7 volte, il giudice le annulla tutte

Multata per ben 7 volte, nel giro di pochi giorni, nonostante avesse il contrassegno per invalidi correttamente esposto. Il giudice di pace di Teramo le annulla tutte.

Sette multe in pochi giorni nonostante fosse regolarmente munito del contrassegno per gli invalidi, peraltro esposto. Protagonista della vicenda un diversamente abile di Teramo: il giudice di pace ha accolto il maxi ricorso annullando tutte le multe che la donna, un’anziana invalida, aveva ricevuto e condannando il Comune al pagamento delle spese di giudizio e al rimborso del contributo unificato. Quello arrivato a sentenza davanti al giudice di pace non è che il primo dei numerosi ricorsi presentati per l’annullamento di multe elevate nei confronti di invalidi e disabili nella ztl in centro città a Teramo dopo l’installazione dei varchi con telecamere. Multe che erano state oggetto anche di feroci polemiche politiche. Ad oggi sono migliaia le contravvenzioni impugnate davanti al giudice di pace e al prefetto: se anche le altre multe dovessero essere annullate i costi per l’ amministrazione potrebbero arrivare a 500 mila euro.

L'autore

Barbara Orsini
Laureata con lode in Scienze Politiche con una tesi pubblicata presso l’IILA di Roma, inizia subito l’avventura giornalistica collaborando con “Il Tempo” e con TVQ. Dal 2002 lavora per Rete8 dove si occupa di cronaca, politica, terza pagina, economia-sindacale e dove ha condotto la rubrica “Allo Specchio”. Ama leggere, viaggiare e declinare tendenze in tutte le sfaccettature.

Sii il primo a commentare su "Invalida multata 7 volte, il giudice le annulla tutte"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*