Giulianova, va in caserma per una notifica e viene arrestata

autocc

E’ accaduto ad un ingegnere di Giulianova: la donna si è recata in caserma per una notifica ma viene tratta in arresto. Non sapeva di esse stata condannata a 3 anni per bancarotta fraudolenta.

In caserma per una notifica viene fermata e condotta in carcere a Castrogno per scontare una condanna a 3 anni per bancarotta fraudolenta. L’incredibile vicenda ha come protagonista un ingegnere donna giuliese di 53 anni: evidentemente ignara della condanna che pesava sul suo capo, la donna si è recata in caserma per una notifica quando si è sentita dire dai carabinieri che l’avrebbero condotta in carcere per una condanna a 3 anni e mezzo per la bancarotta di una ditta di Corropoli di cui la donna è stata titolare fino al fallimento e successiva sospetta trasformazione societaria. Maria Giuseppina Di Filippo, questo il nome della donna, non sapeva di esser stata processata e condannata a 3 anni e 6 mesi di reclusione con interdizione dai pubblici uffici per 5 anni. I legali della donna hanno già chiesto i domiciliari.

L'autore

Barbara Orsini
Laureata con lode in Scienze Politiche con una tesi pubblicata presso l’IILA di Roma, inizia subito l’avventura giornalistica collaborando con “Il Tempo” e con TVQ. Dal 2002 lavora per Rete8 dove si occupa di cronaca, politica, terza pagina, economia-sindacale e dove ha condotto la rubrica “Allo Specchio”. Ama leggere, viaggiare e declinare tendenze in tutte le sfaccettature.

Sii il primo a commentare su "Giulianova, va in caserma per una notifica e viene arrestata"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*