Elezione Pescara: i candidati incontrano gli architetti

 L’Ordine degli Architetti, pianificatori, paesaggisti e conservatori della provincia di Pescara, ha voluto incontrare i candidati a sindaco che si contendono la poltrona di primo cittadino, in vista delle elezioni amministrative del 26 maggio prossimo.

Un incontro in un luogo simbolo, quello del tardo pomeriggio di ieri, l’Urban center negli spazi della stazione ferroviaria di Portanuova, destinato ad essere posto di condivisione di progetti di trasformazione urbana. A dire la loro, con l’incontro moderato da Angelo D’Alonzo, presidente dell’Ordine degli Architetti di Pescara, i candidati Erika Alessandrini (M5s), Gianluca Baldini (Riconquistare l’Italia), Stefano Civitarese (Coalizione civica per Pescara), Carlo Costantini (Faremo Grande Pescara), Mirko Iacomelli (Casapound), Carlo Masci (centrodestra), Marinella Sclocco (centrosinistra), Gianni Teodoro (Scegli Pescara).

“Serve una visione della città a lunga distanza – così Angelo D’Alonzo, presidente dell’ordine degli Architetti che ha organizzato l’incontro dal titolo ‘Abitare il territorio’ -. Il territorio deve essere considerato come unica area metropolitana con problematiche comuni che vanno affrontate in maniera unitaria. Sulla base di esperienze europee le città vanno pensate così come saranno tra quindici, venti anni, con interventi che rispondano ad una strategia. Non è più possibile pensarli come calati dall’alto ma è necessaria una fase di confronto, discussione e condivisione degli stessi. Posto deputato a questo confronto deve essere l’Urban center, negli spazi della vecchia stazione di Portanuova, sede dell’incontro”.

Sii il primo a commentare su "Elezione Pescara: i candidati incontrano gli architetti"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*