Anche Pescara vieta i botti

Anche Pescara vieta i botti di Capodanno: il sindaco Alessandrini ha firmato un’ordinanza per interdirli da lunedì 21 al 7 gennaio. La notte del 31 in cielo le lanterne dei desideri.

Scatta alle 12 di lunedì prossimo, 21 dicembre, e andrà avanti fino al 7 gennaio 2016 il divieto di far esplodere i tipici botti di Capodanno in città. Il sindaco Alessandrini ha firmato oggi l’ordinanza definendola ‘una tutela dell’incolumità, delle regole e degli animali che vivono con noi’. Un divieto prescritto anche per non alimentare il pericoloso commercio illegale dei botti spesso venduti senza autorizzazioni e controlli di qualità. E in perfetta sintonia col divieto del sindaco arriva la trovata dell’assessorato alla Tutela del Mondo Animale: Sandra Santavenere invita la città a sostituire i botti con delle più poetiche e pacifiche lanterne a cui affidare i propri desideri e gli auspici per l’anno che sta per cominciare.

L'autore

Barbara Orsini
Laureata con lode in Scienze Politiche con una tesi pubblicata presso l’IILA di Roma, inizia subito l’avventura giornalistica collaborando con “Il Tempo” e con TVQ. Dal 2002 lavora per Rete8 dove si occupa di cronaca, politica, terza pagina, economia-sindacale e dove ha condotto la rubrica “Allo Specchio”. Ama leggere, viaggiare e declinare tendenze in tutte le sfaccettature.

Sii il primo a commentare su "Anche Pescara vieta i botti"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*