A Vasto deserta la gara per il dragaggio

porto vasto

E’ andata deserta la gara per il dragaggio del porto di Vasto: senza offerte il bando per 1,5 mln di euro. Si va verso la proroga di un finanziamento al Comune per l’emergenza.

Troppo alti i consti per lo smaltimento dei fanghi: potrebbe essere questo il motivo per il quel la gara per il dragaggio del porto di Vasto è andata deserta. Non un offerta, non un ditta a volervi partecipare. Resta l’emergenza per la quale l’amministrazione comunale chiederà, oggi stesso, una proroga del finanziamento regionale affinchè in attesa del secondo bando di gara. Un appalto da 1 milioni e 500 mila euro il cui bando, in scadenza alle ore 12 di martedì scorso, non ha registrato alcuna offerta. Zero buste, zero offerte. La gara, bandita dal Comune, a quanto pare è stata ritenuta poco appetibile: la chiave di lettura dell’asta deserta sarebbe da rintracciare nel responso di recenti analisi dell’Arta sulla fanghiglia dei fondali, analisi che ne hanno decretato il ‘necessario smaltimento in appositi siti di stoccaggio’.

L'autore

Barbara Orsini
Laureata con lode in Scienze Politiche con una tesi pubblicata presso l’IILA di Roma, inizia subito l’avventura giornalistica collaborando con “Il Tempo” e con TVQ. Dal 2002 lavora per Rete8 dove si occupa di cronaca, politica, terza pagina, economia-sindacale e dove ha condotto la rubrica “Allo Specchio”. Ama leggere, viaggiare e declinare tendenze in tutte le sfaccettature.

Sii il primo a commentare su "A Vasto deserta la gara per il dragaggio"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*