Diede fuoco alla casa della ex, chiede di patteggiare

vvff

Non accettava la fine della relazione e, al culmine di una serie di comportamenti persecutori, appiccò il fuoco all’appartamento della sua ex compagna. La donna riuscì a salvarsi per miracolo.

Protagonista della vicenda un 76 enne residente nel pescarese: tramite il suo legale, l’avvocato Milia, ha chiesto di patteggiare 1 anno, 5 mesi e 10 giorni di reclusione per stalking, incendio doloso e lesioni. Il pm del Tribunale di Pescara, Anna Rita Mantini, ha dato il consenso. Ora tocca al gup Gianluca Sarandrea decidere se accogliere o meno la richiesta. L’udienza preliminare è stata rinviata al 19 aprile per consentire alle parti di accordarsi sotto il profilo risarcitorio. I fatti risalgono al 2004. L’uomo, non riuscendo a rassegnarsi alla fine della storia d’amore, ha iniziato a pedinare quotidianamente la sua ex, una donna di 57anni, arrivando anche a minacciarla di morte e di fargliela pagare nel caso in cui l’avesse lasciato. Una escalation di atteggiamenti persecutori che il primo aprile del 2014 ha raggiunto l’apice: il 76 enne si è introdotto di notte nell’abitazione della donna, a Pescara, e ha appiccato il fuoco. Le fiamme hanno distrutto l’appartamento e la 57enne, che dormiva in casa insieme al figlio e alla nipote che era in città di passaggio, è riuscita a salvarsi per miracolo insieme agli altri due, riportando tuttavia ustioni di primo grado alla gamba e al piede destro. Le indagini, per risalire all’autore del rogo sono state condotte dalla Squadra Mobile di Pescara, diretta da Pierfrancesco Muriana.

L'autore

Barbara Orsini
Laureata con lode in Scienze Politiche con una tesi pubblicata presso l’IILA di Roma, inizia subito l’avventura giornalistica collaborando con “Il Tempo” e con TVQ. Dal 2002 lavora per Rete8 dove si occupa di cronaca, politica, terza pagina, economia-sindacale e dove ha condotto la rubrica “Allo Specchio”. Ama leggere, viaggiare e declinare tendenze in tutte le sfaccettature.

Sii il primo a commentare su "Diede fuoco alla casa della ex, chiede di patteggiare"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*