Ryanair, una lettera ai dipendenti scrive la parola fine

Una lettera, datata 17 febbraio, indirizzata a tutti i dipendenti della Ryanair in Abruzzo sembra scrivere la parola fine nella vicenda della chiusura della base nella nostra regione.

Ora c’è anche una lettera, datata 17 febbraio e indirizzata a tutti i dipendenti della Ryanair in Abruzzo, a mettere nero su bianco che la vicenda dello smantellamento della base Ryanair è ormai cosa definitivamente decisa. La missiva, che alleghiamo nella versione originale in lingua inglese e nella sua traduzione, sembra davvero scrivere la parola fine su speranze e trattative. L’oggetto della lettera, del resto, parla chiaro: ” Base closure”.

“Non accettiamo, da un lato, l’impostazione che si va via per un aumento di 2,5 euro (dell’addizionale comunale sui collegamenti aerei ) e dall’altro lato è vero che vogliamo tenere al minimo le tasse come in tutte le politiche del governo”. E’ quanto ha affermato il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio, rispondendo al question time ad un’interrogazione sulla decisione di Ryanair di eliminare numerose tratte da e per alcuni aeroporti italiani. “Verra’ verificata in queste settimane, da qui a giugno, la possibilità di ridurre al minimo l’addizionale”, ha aggiunto Delrio.

Lettera riservata Ryanair ai dipendenti

traduzione lettera riservata Ryanair ai dipendenti

L'autore

Barbara Orsini
Laureata con lode in Scienze Politiche con una tesi pubblicata presso l’IILA di Roma, inizia subito l’avventura giornalistica collaborando con “Il Tempo” e con TVQ. Dal 2002 lavora per Rete8 dove si occupa di cronaca, politica, terza pagina, economia-sindacale e dove ha condotto la rubrica “Allo Specchio”. Ama leggere, viaggiare e declinare tendenze in tutte le sfaccettature.

Sii il primo a commentare su "Ryanair, una lettera ai dipendenti scrive la parola fine"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*