Rubano due cellulari a parente ‘antipatico’

Rubano due cellulari a parente ‘antipatico’: nei guai coppia aquilana beccata a portar via i due telefonini dall’auto di un parente col quale non scorreva buon sangue.

A finire nei guai una coppia di aquilani, un 43enne e una 42enne, con l’accusa di furto aggravato dalla destrezza in concorso tra loro. L’uomo è stato denunciato all’Autorità giudiziaria anche per danneggiamento aggravato. I fatti risalgono al 15 febbraio quando la donna vittima del furto ha denunciato la sparizione dei due cellulari dall’auto che aveva lasciato in sosta, ma ben chiusa e solo per qualche istante. Il giorno dopo l’accaduto, dalle immagini del sistema di video sorveglianza di una tabaccheria, nei pressi dell’auto in sosta, sono stati isolati i filmati in cui si vedono due soggetti introdursi nel mezzo della vittima per rubare i due oggetti. La donna ha riconosciuto un suo parente con cui non è in buoni rapporti da alcuni anni: rintracciato e convocato in Questura, l’uomo ha ammesso le proprie responsabilità affermando che al momento del fatto era insieme alla moglie. Non è stato possibile recuperare i cellulari perché l’uomo li ha buttati all’interno di alcuni secchi dell’immondizia dove ne sono stati rinvenuti solo alcuni pezzi.

L'autore

Barbara Orsini
Laureata con lode in Scienze Politiche con una tesi pubblicata presso l’IILA di Roma, inizia subito l’avventura giornalistica collaborando con “Il Tempo” e con TVQ. Dal 2002 lavora per Rete8 dove si occupa di cronaca, politica, terza pagina, economia-sindacale e dove ha condotto la rubrica “Allo Specchio”. Ama leggere, viaggiare e declinare tendenze in tutte le sfaccettature.

Sii il primo a commentare su "Rubano due cellulari a parente ‘antipatico’"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*