Rifiuti di Roma: aumentano quelli lavorati in Abruzzo

Più rifiuti dal Lazio, più soldi per l’Abruzzo: ulteriori sviluppi dell’accordo sottoscritto tra le due Regioni dopo le verifiche di compatibilità ambientale e gestionale. Altre tonnellate in arrivo da Roma.

La Giunta regionale abruzzese ha autorizzato, su proposta dell’assessore Nicola Campitelli, il trattamento di ulteriori 16 mila tonnellate di rifiuti negli impianti di Aielli (Aciam) e Chieti Scalo (Deco Spa).

Quelli che arriveranno in Abruzzo sono i rifiuti urbani indifferenziati prodotti da Roma capitale. I carichi verranno solo lavorati nella nostra regione, successivamente verranno trasferiti in alcune discariche extraregionali. La Giunta dell’Abruzzo ha introdotto anche alcune modifiche relative agli aspetti economici, con una quota tariffaria maggiorata che porterà nelle casse abruzzesi circa 160 mila euro in più. La tariffa sarà pari a 10 euro/tonnellate, di cui 7,70 euro da riconoscere alla Regione e 2,30 ai comuni interessati.

Sii il primo a commentare su "Rifiuti di Roma: aumentano quelli lavorati in Abruzzo"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*