Crisi idrica nel Vastese, piano intercomunale

FILE - In this Jan. 12, 2014 file photo, a local resident fills jugs with water at a distribution center in Charleston, W.Va., after a chemical spill in the Elk River contaminated the public water supply in nine counties. A federal health official on Wednesday, Feb. 5, 2014 said that West Virginians can use tap water however they choose after last month's chemical spill contaminated it for days. Still, public skepticism remains over its safety and some local doctors are advising some of their patients not to ingest it. (AP Photo/Michael Switzer, File)

Prefettura, Regione, enti gestori, consorzio industriale, Comuni di San Salvo e Montenero di Bisaccia e COC riuniti in Municipio per il tavolo operativo sulla crisi idrica nel vastese: approvato piano di intervento intercomunale.

 

“Il tavolo operativo presieduto dall’organo di Prefettura – ha spiegato il sindaco di Vasto Francesco Menna – è costituito in forma permanente presso questo Comune. Nel corso della riunione di questa mattina è stata analizzata nel dettaglio la situazione dell’approvvigionamento idrico e individuata la capacità-limite delle risorse attualmente in uso. Il tavolo ha approvato un piano d’intervento in tre successive fasi, coincidenti con il progressivo acuirsi della crisi. All’esaurimento di acqua dalle fonti attualmente in uso si farà eventualmente fronte con il rifornimento tramite autobotti che la Regione provvederà ad inviare sull’intero territorio. Il monitoraggio sarà continuo e il Centro Operativo Comunale continuamente attivo. Insieme alla collega sindaco di San Salvo abbiamo rimarcato la necessità di interventi strutturali rispetto, ad esempio, ai lavori complementari preventivati nel Masterplan regionale riguardanti la Diga di Chiauci, nonché la realizzazione del potabilizzatore di Altino. Interventi strutturali attesi per troppo tempo, ma che ci siamo impegnati a riproporre all’attenzione della Regione e degli altri enti interessati, con tavoli tecnico-programmatori, già al termine dell’attuale fase emergenziale. Insieme lavoreremo, in questi giorni, affinché la situazione sia affrontata nel miglior modo possibile. Secondo tecnici ed esperti questa è un’emergenza idrica senza precedenti per Vasto, San Salvo e l’intero territorio del Vastese. Un problema che, insieme a quello degli incendi, sta travagliando l’intera nostra Regione”.

Il sindaco ha anche rinnovato l’appello a non sprecare acqua e a non usarla impropriamente:

“In un momento delicato come questo è oltremodo necessario non disperdere questa importante risorsa, impegnarsi per un utilizzo misurato e rispettoso delle principali necessità alimentari ed igienico sanitarie, senza dispersioni in attività non necessarie”.

L'autore

Marina Moretti
Nata a Pescara, dopo la maturità classica ha svolto diversi lavori in ambito culturale, artistico e teatrale per poi dedicarsi completamente al giornalismo, sia giornali che radio e tv. Giornalista pubblicista dal 1996, è professionista dal 2010. Come redattore di Rete8, dal 2001, si occupa di diversi settori, con particolare interesse per quello culturale. Ha da poco aperto un blog di fotografie skybycarphotos.

Sii il primo a commentare su "Crisi idrica nel Vastese, piano intercomunale"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*