Camere di Commercio Chieti-Pescara, via alla fusione

E’ il giorno della fusione effettiva delle Camere di Commercio di Chieti e Pescara, a partire dalle 16 si vota per eleggere il nuovo presidente.

Mentre i Comuni coinvolti nella Nuova Pescara stanno ancora discutendo su tempi e modi dell’unione metropolitana, due Camere di Commercio danno il buon esempio concretizzando il percorso di razionalizzazione avviato da tempo e che oggi dovrebbe arrivare a conclusione con l’elezione del nuovo presidente. Una fine che è anche un inizio, visto che segna il debutto della Camera di Commercio Pescara-Chieti come ente unico (come già accaduto per Confindustria), governato da un presidente che, a meno di sorprese dell’ultim’ora, dovrebbe essere Daniele Becci, fino ad oggi al vertice della Camera di Pescara. Tutto accadrà a partire dalle 16, quando il consiglio camerale, riunito all’ex Foro Boario di Chieti, inizierà lo scrutinio per l’elezione a maggioranza del nuovo numero uno. Il nome di Becci, la cui pescaresità poteva risultare sgradita ai teatini, oggi sembra sufficientemente controbilanciato dalla nomina di peso e prestigio ottenuta da Roberto Di Vincenzo, presidente dell’ente camerale chietino e oggi a capo dell’Isnat, organismo del sistema camerale nazionale.

L'autore

Marina Moretti
Nata a Pescara, dopo la maturità classica ha svolto diversi lavori in ambito culturale, artistico e teatrale per poi dedicarsi completamente al giornalismo, sia giornali che radio e tv. Giornalista pubblicista dal 1996, è professionista dal 2010. Come redattore di Rete8, dal 2001, si occupa di diversi settori, con particolare interesse per quello culturale. Ha da poco aperto un blog di fotografie skybycarphotos.

Sii il primo a commentare su "Camere di Commercio Chieti-Pescara, via alla fusione"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*