Pescara: occhio alla truffa dello specchietto

Sarebbero già diverse le segnalazioni fatte da malcapitati automobilisti pescaresi incappati nel finto rappresentante di casalinghi che chiede soldi lamentando che lo ‘sfortunato’ di turno gli abbia urtato e rotto lo specchietto dell’auto. Forze dell’ordine sulle sue tracce.

Si aggirerebbe prevalentemente nei pressi del centro commerciale ‘Globo’ di Pescara nord e in alcune vie dei colli il falso rappresentante di casalinghi che finge di aver subito la rottura dello specchietto della sua auto truffando lo sfortunato automobilista di turno. Sempre la stessa, stando ai racconti dei malcapitati, la dinamica: l’uomo, accento forse straniero, rincorre l’auto finita nel suo mirino fino a fermarla. A quel punto mostra alla vittima uno specchietto rotto sostenendo gli sia stato urtato e rotto poco prima al passaggio, appunto, dell’automobilista che ha deciso di truffare. In alcuni casi, specie se alla guida vi erano donne, si è offerto di risolvere tutto bonariamente facendosi consegnare denaro in contante e arrivando a scortare la vittima fino al più vicino bancomat. Robusto, spesso a bordo di un modello Bmw station wagon griglio, con uno strano accento che lui spaccia per calabrese ma le vittime riconducono ai paesi dell’est, l’uomo è ricercato dalle forze dell’ordine. Naturalmente chiunque fosse avvicinato dal truffatore è invitato a segnalarne presenza, targa e dettagli a carabinieri, polizia o municipale.

Sii il primo a commentare su "Pescara: occhio alla truffa dello specchietto"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*