Chieti, nessuna traccia del bandito evaso da ospedale

Ancora nessuna traccia del giovane albanese evaso dall’ospedale di Chieti, dove era ricoverato dopo l’incidente e l’inseguimento sull’asse attrezzato, nei pressi di San Giovanni Teatino.

 

Il giovane, che si fa chiamare Davide Di Gaetano, ma il cui vero nome è Mariglen Cybi, era piantonato da due poliziotti al policlinico Colle dell’Ara. Cybi è riuscito ad ingannare i due agenti di guardia facendosi togliere le manette con la scusa di dover andare in bagno. Una volta libero, con ancora indosso il camice dell’ospedale, ha aggredito prima uno e poi l’altro agente ed è riuscito a dileguarsi nel bui della notte. Cybi ha 23 anni, è di origine albanese e risulta residente a Roma. L’inseguimento della Squadra Volante di Chieti era iniziato a Spoltore, poi la sparatoria sull’Asse attrezzato e infine l’impetto dell’auto dei due fuggitivi sul guard-rail, nei pressi di Dragonara. Cybi, rimasto ferito nell’incidente, è stato successivamente arrestato, mentre i suoi due complici, con i quali aveva tentato di rubare un’auto a Spoltore, sono riusciti a fuggire. Portato in ospedale per trauma toracico e addominale, l’uomo è riuscito ad eludere la sorveglianza ed è scappato dopo aver colpito con forza gli agenti. Il fuggitivo ha la barba e alcune ferite al volto, è considerato molto pericoloso. Chiunque lo avvistasse è invitato a chiamare immediatamente il 113.

 

Sii il primo a commentare su "Chieti, nessuna traccia del bandito evaso da ospedale"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*