Chieti: Picchiati per aver inneggiato al Pescara

Polizia-paziente-aggredisce-medico

Sono stati picchiati per aver inneggiato al Pescara , si tratta di 4 studenti tra i 20 e i 26 anni. E’ successo a Chieti Scalo.

I giovani sono stati aggrediti intorno alla mezzanotte di ieri all’uscita del Campus universitario di Chieti, dopo una serata all’insegna del divertimento, da un gruppo di una decina di persone, anch’esse giovani. Tutto è partito da un coro: “Torneremo in Serie A”, a cui ha fatto seguito la raffica di calci, pugni e, a completare il tutto, l’utilizzo di un paletto di ferro per la segnaletica.
All’arrivo della polizia gli aggressori si erano ormai dileguati. Potrebbe trattarsi di  un episodio di campanilismo calcistico, sul fatto sono in corso le indagini della Digos.

Gli studenti aggrediti hanno portato lesioni e ferite guaribili tra i 4 e i 7 giorni

 

L'autore

Luca Pompei
Luca Pompei 50 anni nato a Pescara, inizia il lavoro di giornalista nel 1986 collaborando con un settimanale "La Nuova Gazzetta". Nel 1987 comincia a lavorare in televisione collaborando con la redazione sportiva dell' emittente TVQ. Riesce a conciliare lavoro e studio collaborando anche con altre emittenti come Rete8, Telemare, Tele Abruzzo Regionale e nel 1994 si laurea in Lingue e Letterature Straniere all'Università "G. d'Annunzio" con 110/110. Nel 1997 diventa giornalista professionista e nel 2005 pubblica il suo primo libro di racconti dal titolo "Leaves", nel 2016 il suo primo romanzo "La Talpa Muta". Tra le sue passioni anche la scrittura per il teatro con una serie di Monologhi messi in scena dalla Compagnia della Memoria.

Sii il primo a commentare su "Chieti: Picchiati per aver inneggiato al Pescara"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*