A Pescara cittadini esasperati dalle buche killer

A Pescara i cittadini sono sempre più esasperati dalle buche killer: nascoste, profonde, pericolose. Ai Colli una raccolta firme di denuncia.

Basta percorrere una qualsiasi strada di Pescara per imbattersi in buche le cui dimensioni in moltissimi casi le fanno somigliare a vere e proprie voragini. Pericolose per pedoni e bambini, autentiche trappole per scooteristi e cicilisti, alle buche cittadine negli ultimi tempi si sono aggiunte le cosiddette toppe: pezzi di asfalto in teoria destinati a richiudere tratti di strada interessati da lavori, in pratica talmente mal messi da somigliare a marciapiedi o cordoli in piena carreggiata. Ebbene, un gruppo di cittadini del quartiere ‘Colli’ ha deciso di raccogliere firme e fotografie, testimonianze e certificati medici da spedire direttamente al sindaco Alessandrini ‘affinchè le tasse pagate- dicono- vengano spese per i veri problemi della città e non in stupidaggini e cose inutili’. Insomma, i residenti dei Colli sono pronti a tutto finanche ad una class action per le decine di cadute di pedoni e motociclisti a causa delle buche segnalate e mai sistemate. Una cosa è certa: difficilmente questa raccolta firme resterà circoscritta al quartiere dal quale è partita considerando lo stato di ‘ pericolosità’ in cui versa la stragrande maggioranza delle strade pescaresi.

L'autore

Barbara Orsini
Laureata con lode in Scienze Politiche con una tesi pubblicata presso l’IILA di Roma, inizia subito l’avventura giornalistica collaborando con “Il Tempo” e con TVQ. Dal 2002 lavora per Rete8 dove si occupa di cronaca, politica, terza pagina, economia-sindacale e dove ha condotto la rubrica “Allo Specchio”. Ama leggere, viaggiare e declinare tendenze in tutte le sfaccettature.

Sii il primo a commentare su "A Pescara cittadini esasperati dalle buche killer"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*