Veco Martinsicuro, indagati i vertici per reati ambientali

martinsicuro-veco

Diventa anche giudiziario il caso della Veco di Martinsicuro, che ha annunciato la mobilità di tutti i dipendenti. Tre indagati per reati ambientali.

I reati contestati sono “Disturbo delle occupazioni e del riposo delle persone” e violazioni di norme ambientali, tutti di tipo contravvenzionale. Titolare dell’inchiesta è il pm Greta Aloisi. Ad innescarla le denunce presentate dal comitato per la tutela dell’ambiente di Martinsicuro. Nel dettaglio si contesta alla fonderia di aver omesso di adottare le adeguate misure per contenere l’impatto acustico e il superamento dei limiti per le emissioni in atmosfera, oltre a violazioni nello smaltimento dei rifiuti.
Restano in piedi i problemi per la fonderia, per i ritardi relativi al rinnovo dell’Autorizzazione Integrata Ambientale. L’azienda, ferma da mesi, nei giorni scorsi ha annunciato la mobilità per tutto il personale. Si attende invece la conferenza di servizi slittata all’11 gennaio prossimo. Se l’azienda dovesse ottenere il rinnovo dell’Aia l’attività riprenderà.

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Veco Martinsicuro, indagati i vertici per reati ambientali"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*