Vasto, giunta indagata per la ripulitura delle discariche

lapenna

A Vasto giunta indagata assieme ai funzionari per l’affidamento del recupero dei rifiuti e la vigilanza sulle discariche abusive. I carabinieri del Noe sequestrano due mezzi.

A dare notizia dell’inchiesta è stato lo stesso Sindaco Luciano Lapenna (nella foto), indagato assieme ad altre 14 persone: tutta la Giunta e alcuni dirigenti del Comune di Vasto. Gli accertamenti dei Carabinieri sono stati innescati da un esposto della associazione “Radio CB Histonium – Linea diretta SOS”, che aveva denunciato irregolarità nella convenzione stipulata tra il Comune e i “Baschi Azzurri”, dall’importo -a titolo di rimborso spese- di 2500 euro l’anno. Il servizio previsto dalla convenzione riguarda il controllo delle discariche abusive ed il recupero dei rifiuti abbandonati. Secondo l’esposto questa attività si svolgerebbe con mezzi non conformi (due di essi sono stati sequestrati dai militari) e vi sarebbero dubbi sulle autorizzazioni necessarie anche ad una onlus di volontari per svolgere attività generalmente affidate a ditte specializzate.

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Vasto, giunta indagata per la ripulitura delle discariche"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*