Vasto: furto in gioielleria, in azione la “banda del buco”

Erano ben informati gli autori a Vasto del furto alla gioielleria Coralloro: dopo aver praticato un buco da una cantina hanno svuotato la vetrina: bottino tra i 15 e i 20mila euro

Colpo “da maestri” che lo hanno studiato nei minimi dettagli quello messo a segno nella notte tra giovedì e venerdì ai danni della gioielleria Coralloro, all’incrocio tra Via Canaccio e Via Vittorio Venteo. Ad agire sarebbero stati almeno in tre. Hanno prima forzato il lucchetto del portone di un locale seminterrato al numero 1 di via Canaccio, da tempo dismesso, poi hanno praticato un foro nella parete in comune con la gioielleria durante la notte. Spostando un mobile, uno di essi (di corporatura esile) è entrato nel negozio, evitando così l’entrata in funzione dell’allarme. Il “ladro smilzo” ha svaligiato la vetrina ed è rientrato nel locale per poi fuggire a piedi con i complici lungo via Canaccio. Ad una prima stima del bottino, il valore della merce rubata, tra preziosi e orologi, è tra i 15 e i 20mila euro.

Gli investigatori del commissariato di Polizia, che stanno agendo con l’ausilio delle videocamere della zona, hanno riscontrato che i malviventi, pur avendo approfittato del giorno di chiusura pomeridiana della gioielleria per mettere a segno il colpo, stavano lavorando da giorni per praticare il buco. Nel locale dismesso c’era infatti una tavola di legno, con cui potrebbero aver coperto momentaneamente il buco.

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Vasto: furto in gioielleria, in azione la “banda del buco”"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*