Vasto: assolto dall’accusa di auto bruciata all’ex moglie

tribunale-sentenza

Vasto: per tre anni è stato accusato di aver dato alle fiamme l’auto dell’ex moglie, ma il giudice monocratico del tribunale lo ha assolto per non aver commesso il fatto.

Il 50enne era finito in giudizio per incendio doloso aggravato in concorso, colpevole, secondo l’accusa, di aver bruciato l’auto dell’ex moglie filippina, il 30 giugno del 2013 in viale Giulio Cesare alle 17,30. L’imputato, che si è sempre dichiarato innocente, è stato infine scagionato da alcune testimonianze da cui è emerso che, al momento dell’incendio doloso, l’uomo si trovava in un bar di corso Mazzini, in un’altra zona della città.

L'autore

Anna Di Giorgio
Anna Di Giorgio nasce a Moncalieri (Torino), ma dall’età di quattro anni vive in Abruzzo. Ha conseguito la laurea in Lettere moderne presso l’università “G. d’Annunzio” di Chieti. Iscritta all’albo dei giornalisti dal 2002, è professionista dal 2010. Lavora per Rete8 dal 2005.

Sii il primo a commentare su "Vasto: assolto dall’accusa di auto bruciata all’ex moglie"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*