Vasto, acqua già a singhiozzo. Sasi: “E’ la priorità insieme a Guardiagrele”

acqua-rubinetti

Con l’inizio della stagione estiva a Vasto acqua con il… contagocce soprattutto nelle ore serali. Il nuovo presidente della Sasi: “E’ vero: interverremo sulla rete colabrodo, così come a Guardiagrele”

Torna a manifestarsi, specie con l’approssimarsi della stagione estiva il problema dello scarso approvvigionamento idrico nelle abitazioni a Vasto, specie nel centro storico. Sembra davvero un obbligo munirsi di autoclave per la scarsa o nulla pressione nelle condutture, specie a partire dalle ore del tramonto. Un problema che si ripropone da anni e che non può attendere i tempi comunque non brevi dell’ultimazione della diga di Chiauci, recentemente finanziata nel Masterplan.

Ben conscio della priorità lamentata dai cittadini, il neo presidente della Sasi Gianfranco Basterebbe ha ammesso: “La rete di distribuzione a Vasto è un colabrodo, così come quella di Guardiagrele”, che pure di acqua non ne ha poca vista la sua collocazione. La dispersione avviene infatti all’interno della distribuzione urbana, e per queste due priorità la società di esercizio ha pronto “un piano straordinario di interventi che a medio termine” daranno una soluzione al problema.

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Vasto, acqua già a singhiozzo. Sasi: “E’ la priorità insieme a Guardiagrele”"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*